ISTITUTO ACCADEMICO ARALDICO GENEALOGICO DELLE DUE SICILIE ONLUS Iscritto Albo Periti Esperti C.C.I.I.A. e Albo Consulenti del Tribunale di Palermo
Perito -Esperto in Araldica
L’Istituto Accademico Araldico Genealogico delle Due Sicilie ha sede a Palermo in via B:CIVILETTI6,90139. Esso è una istituzione culturale, apolitica, aconfessionale, di carattere scientifico e soprannazionale, che si propone di riunire nel suo seno i cultori delle scienze. Esso adotta come proprio emblema il trittico di stemmi composto dallo stemma del Regno delle Due Sicilie, del Regno di Sardegna e della famiglia Minutolo di Sicilia, in omaggio al genealogista Andrea (1699). Lo scopo dell’Istituto è quello di incrementare gli studi e gli scambi culturali in campo nazionale ed internazionale delle seguenti discipline: a) storia medievale; b) archivistica, paleografia, diplomatica e scienze documentarie; c) bibliografia e bibliologia; d) storia del Regno di Napoli e del Regno di Sicilia; e) numismatica e filatelia; f) scienze sociologiche e genealogiche; g) iconografia e araldica; h) diritto feudale e nobiliare secondo le antiche Leggi degli Stati pre-unitari Italiani e secondo il Decreto del 1896; i) storia degli Ordini Cavallereschi; j) storia della Chiesa; k) vessillologia. PRESIDENTE: Dr. Cav. Don Fabio Scannapieco Capece Minutolo, Principe di ColleReale,PERITO ARALDICO"-Iscritto alla CAMERA di COMMERCIO di PALERMO. B.ne di Callari e Baccarati, di Ogliastro, di Patti e della Terza Dogana. Cavaliere dell'Ordine dei Santi Maurizio e Lazzaro, Cavaliere del Santo Sepolcro e dell'Ordine dell'Ala di San Michele (Port.), e Cavaliere di Grazia del S.M. Ordine Costantiniano, Consulente del Giudice in Araldica al Tribunale di Palermo e consulente - perito presso l'ufficio del Giudice di pace, Docente alla Libera Università della Terza età, membro della società Italiana degli Studi Araldici - Torino, Membro dell'Istituto Portoghese di Araldica e della Storia Patria di Palermo e corrispondente del Collegio Araldico Romano, membro del Rotary International e della Società Dante Alighieri, Membro di "VALORI e FUTURO"-F. presieduta dal P.pe Emanuele Filiberto, socio del gruppo Savoia e Guardia d'onore alle R.T. del Pantheon ( Roma ), "Medaglia Giubilare (2000) del Santo Sepolcro e Costantiniano. Laureato in Scienze Economiche e dipl. studi superiori presso i collegi: Rosey in Svizzera e dei Padri Fr. delle Scuole Cristiane. Master all'I.S.I.D.A. in Organizzazioni Aziendali. Socio del Tennis Country Club e Socio del Serra Club di Palermo e del Golf Club VILLA AIROLDI e dell'Unione Artisti Cattolici-UCAI. Membro dell'Accademia Nobiliare Italiana-Firenze, Membro della società Svizzera di Araldica, Membro del corpo volont. dell'Ordine di Malta - CISOM. SEGRETARIO: Prof. Marcello Pecoraro Notarbartolo. TESORIERE: Dr.ssa Donna Milly Vanni dei Principi di San Vincenzo, principessa di Collereale. Dama di G. e Devozione dell'Ordine di Malta, Dama d'On. dell'Ordine di San Miguel da Ala (Port) e di Giustizia dell'Ordine Costantiniano, Medaglia Giubilare Costantiniana (2000), membro dell'Istituto Italiano dei Castelli e della Fondazione Salvare Palermo, di Italia Nostra e del Fondo per L'Ambiente Italiano - FAI, Socia del Circolo della Vela dal 1975. REVISORE DEI CONTI E PRESIDENTE DEI "PROBI VIRI": PRINCIPESSA DONNA AMALIA ALI'-CAPECE MINUTOLO di COLLEREALE, Dama di G. del S.Ord. COSTANTINIANO di SAN GIORGIO. CONSULENTE PER GLI AFFARI ESTERI E GRAFICO ARALDISTA: Dr. M. Schroeder (Francoforte) COMITATO SCIENTIFICO - ARALDISTA: Il Presidente, Perito Consulente del Tribunale. - DISEGNATORE: Dr. Roberto Valore-Grano - ESPERTO ARALDICA ECCLESIASTICA: Prof. Lorenzo Casati - CONSULENTE GIURIDICO: Avv. Cav. Francesco Atanasio - Siracusa - ESPERTO DI NUMISMATICA ED ARALDICA NELLA NUMISMATICA E SFRAGISTA: Ing. Gionata Barbieri NA - ESPERTO CALLIGRAFO : Giuseppe D'Ettorre Taranto ATTIVITA' Portare un cognome senza conoscerne l’origine ed il valore storico o nobiliare è come rinunziare al patrimonio affidatovi alla nascita per trasmetterlo ai vostri figli: è Alighieri che domanda “chi fur li maggior Tui?”; è l'Alighieri che afferma “chi non guarda indietro, agli antenati, non guarda alla discendenza”; è Luigi Einaudi che scrive “il ricordo delle generazioni passate sia sprone ad operare diuturnamente per l’avanzamento morale delle generazioni future”! Anche voi avete questo dovere perché anche voi potete appartenere ad un antico ceppo illustrato da lontani Antenati. Noi vi offriamo varie opportunità, attraverso le quali poter venire a conoscenza della verità storico - araldica e genealogica della vostra Famiglia. E’ questa una delle varie forme sotto cui è possibile riprodurre lo stemma della Vostra Casata. In formato di cm. 10x15 e –a scelta-a colori, in bianco e in nero o in entrambe le versioni, è una ricerca particolarmente indicata quando si deve utilizzare lo stemma per farlo incidere su un anello, o per farlo stampare sui biglietti da visita o carta da lettere, o ancora per farne marchi ed etichette per i più diversi usi. Riporta la fonte di estrazione con firma e timbro a secco dell’Istituto e se ne prevede la consegna in circa 20 giorni. Nel prospetto degli onorari, le tre versioni in cui è possibile effettuare questa ricerca sono indicate ai punti nn.1, 2 e 3. Offriamo in visione il fac-simile dello stemma che il nostro Istituto riproduce sulla base dei canoni propri dell’araldica. Tale ricerca, di cui il formato è normalmente di cm. 35x50, viene eseguita a colori e riporta, in calce, le notizie di maggior rilievo di carattere storico e nobiliare relative alla Casata. Sul retro, è indicata la fonte di estrazione dello stemma, con i riferimenti bibliografici che consentono di controllarne la conformità all’originale. E’ autenticato dalla firma e dal timbro a secco dell’Istituto e se ne prevede la consegna in circa 30 giorni. Nel prospetto degli onorari, tale ricerca è indicata al punto n. 4. Questa ricerca può essere corredata da uno studio supplementare rilegato in volumetto che spiega il significato simbolico delle figure e dei colori che compongono lo stemma. Nel prospetto degli onorari, tale ricerca è indicata al punto n. 5. Ha le stesse caratteristiche dello stemma singolo e quindi anche questo viene riprodotto a colori, in formato di cm. 35x50 o maggiore, col cenno storico in calce. Noi lo chiamiamo “matrimoniale” perché è stato ideato per unire, sotto uno stesso araldo, tanto lo stemma della linea maschile quanto quello della linea femminile, il quale ultimo può riferirsi sia ala casata della moglie, come della madre o di un’Ava. Per quanto riguarda le garanzie di autenticità ed il tempo previsto per la consegna, rimandiamo a quanto già precisato per lo stemma singolo. Nel prospetto degli onorari, tale ricerca è indicata al punto n.6. Anche questa ricerca può essere corredata da uno studio supplementare rilegato in volumetto che spiega il significato simbolico delle figure e dei colori di ciascuno stemma. Nel prospetto degli onorari, tale ricerca è indicata al punto n.7. La monografia storico - araldica è un compendio che raccoglie tutte le notizie di carattere storico - araldico e nobiliare della Casata, illustrate in circa 100 pagine dattiloscritte. Studia l’origine ed il significato del cognome e dello stemma, descrive la storia dell’intera Casata nelle sue varie diramazioni, offrendone quindi un panorama completo sotto ogni aspetto. Ricostruisce inoltre per circa 200 anni il ramo della Famiglia, che viene rappresentato su una tavola genealogica posta in apertura del Libro, prima della riproduzione a colori dello stemma e del commento storico. La consegna di questa ricerca, che è corredata da una bibliografia atta a controllarne l’autenticità, è prevista in sei mesi. Nel prospetto degli onorari, tale ricerca è indicata al punto n.8. Compendio storico-araldico, genealogico e nobiliare rilegato in Libro. L’elemento caratterizzante di questa ricerca è la ricostruzione dell’albero genealogico della Famiglia, attraverso la raccolta di tutti i documenti anagrafici relativi agli Avi diretti, risalendo da figlio in padre. La ricerca viene svolta presso gli Archivi, sia civili che ecclesiastici, che conservano tali documenti e raggiunge, nella maggior parte dei casi, l’epoca del Concilio di Trento (1560 circa). E’ questa l’unica ricerca che consenta di accertare l’esistenza di eventuali titoli nobiliari nella Famiglia e che, di conseguenza, permetta di rivendicarne il diritto. Essa ha valore probatorio per ottenere l’iscrizione della Famiglia nel “ Libro d’Oro della Nobiltà Italiana.” La ricerca studia inoltre l’origine ed il significato del cognome e dello stemma, nonché la storia dell’intera Casata: il Libro si compone di circa 100 pagine dattiloscritte, oltre alla tavola genealogica, ai documenti ed alla riproduzione a colori dello stemma. La consegna di tale ricerca è prevista in diciotto mesi. Nel prospetto degli onorari, essa è indicata al punto n.9 Tutte le ricerche che eseguono i consulenti del tribunale ed i periti sono certificati e garantiti dai riferimenti bibliografici atti a controllarne l’autenticità. Tuttavia, su richiesta, possiamo corredare ogni ricerca dall’autenticità effettuata dal notaio che, dopo aver controllato quanto noi gli sottoponiamo, ne garantisce l’autenticità con la sua firma. E’ questa un’ulteriore dimostrazione della serietà del nostro lavoro e dell’assoluta verità storica delle ricerche che eseguiamo. Nel prospetto degli onorari, essa è indicata al punto n.10. Mentre l’Elenco Ufficiale Nobiliare Italiano fu pubblicato una volta sola nel 1922 e l’Elenco della Nobiltà Italiana uscì nel 1933 ed ebbe un’appendice nel 1935 senz’altro seguito, il Libro d’Oro della Nobiltà Italiana rappresenta un record dell’Editoria araldica in quanto esce dal 1910 con periodicità triennale (hanno fatto eccezione gli anni delle due guerre) ed è giunto alla XX edizione. Esso comprende tutte le famiglie nobili italiane, aggiornate nello stato personale degli attuali legittimi rappresentanti. Ogni nuova Edizione viene inoltre ampliata con l’iscrizione di quelle famiglie che hanno potuto fornire, attravers o la ricostruzione dell’albero genealogico, le prove documentali della propria nobiltà. Siete veramente nobili? Vi sarete ascritti! È questo lo strumento-base di ogni nostra ricerca: infatti, in ognuna degli oltre cinque milioni di schede di cui si compone è riportata l’indicazione bibliografica atta a rintracciare una notizia, sia essa storica o genealogica, araldica o nobiliare.Ogni scheda indica un cognome ed è classificata in strettissimo ordine alfabetico: in tal modo, nel breve giro della lancetta di un orologio, è possibile accertare se esiste materiale storico-araldico su una determinata Casata, in base al quale poter poi eseguire le ricerche. Ultimo aggiornamento (Mercoledì 16 Giugno 2010 12:40)