* Ti trovi in Home *




PARERE SCRITTO FORMULATO PER UN MEMBRO DELL'ISTITUTO ACCADEMICO ARALDICO DELLE DUE SICILIE

CIRCA LA SUCCESSIONE AI TITOLI DI CASA MASTROGIOVANNI-TASCA-FILANGERI, CHE SONO IL TITOLO DI PRINCIPE DI CUTO'E QUELLO DI CONTE D'ALMERITA DI SPETTANZA AL RAMO CADETTO DELLA FAMIGLIA,ANCH'ESSO DISCENDENTE DAI filangeri , SI DEVE MENZIONARE CHE IL PRIMO SI E' ESTINTO DA ALCUNI ANNI IN PERSONA DEL PRINCIPE ALESSANDRO, ABITANTE IN PIEDIMONTE ETNEO CON LA FIGLIA DONNA AMA, MENTRE QUELLO DI ALMERITA E' SPETTANTE ALLA DISCENDENZA DEL CONTE GIUSEPPE:SI DEVE MENZIONARE CHE QUESTI TITOLI FURONO RICONOSCIUTI NEL 1846 UNICAMENTE ALLA PRINCIPESSA GIOVANNA FILANGERI PER SUCCESSIONE FEMMINILE GRAZIE ALLA "successione SICILIANA ". sI SOTTOLINEA ALTRSI' CHE TUTTI I FRATELLI E LE SORELLE DI DONNA GIOVANNA ERANO TUTTI FIGLI NATURALI E NATI FUORI DAL MATRIMONIO , COSA CHE IMPEDI' LORO DI SUCCEDERE. IL PRESENTE PARERE SCRITTO SI FONDA SU QUANTO MENZIONATO DAL REGIO DECRETO NUMERO 1489,DEL 16 AGOSTO DEL 1926.- IL CITATO DECRETO DOPO AVER NOTATO CHE LA NOBILTA'SI ACQUISISCE "JURE SANGUINIS ",VIENE FIRMATO DAL RE E DA MUSSOLINI ,PRESIDENTE DEL CONSIGLIO.- IL DECRETO SUMMENZIONATO,STABILISCE CHE I TITOLI SI TRASMETTONO PER ORDINE DI PRIMOGENITURA MASCHILE E NON PASSANO ALLE FEMMINE , ECCETTO PER EVENTUALE ESTINZIONE DELLA FAMIGLIA , E CIOE' APPLICANDO LA "SUCCESSIONE SICILIANA E-O NAPOLETANA". AD OGGI IL RAMO DISCENDENTE DALLA CITATA PRINCIPESSA GIOVANNA SI E' ESTINTO NEI MASCHI QUALCHE ANNO ADDIETRO,MENTRE E' FIORENTE IL RAMO D'ALMERITA. SI SOTTOLINEA CHENON VI E' PARENTELA TRA CODESTI RAMI E QUELLO DI GAETANO TASCA,IN QUANTO NON VI E' L'AGGANCIO GENEALOGICO, E INVERO TRATTASI DI UN'OMONIM╠A.- COME FONTE V. IL LAVORO SULLA FAMIGLIA tASCA E mASTROGIOVANNI , DI ACHILLE TASCA. SI CONSIGLIA DI PRESENTARE UNA ISTANZA PER L'AGGIUNTA DI UN DOPPIO COGNOME , OVVERO UNA COGNOMIZZAZIONE.cIO' E' LA UNICA OPPORTUNITA' CHE RESTA , CIOE' QUELLA DI AVERE IL COGNOME, POICHE ' LA COSTITUZIONE ITALIANA RECITA ALLA 14 DISPOSIZIONE TRANSITORIA E FINALE CHE I TITOLI NOBILIARI NON SONO RICONOSCIUTI. DI CONTRO POICHE' I TITOLI SONO RICONOSCIUTI IN SPAGNA DAL'48, SI POTREBBE PRESENTARE UNA ISTANZA A MADRID.-SI SCONSIGLIA VIVAMENTE DALLO INTRAPRENDERE QUALSIVOGLIA AZIONE LEGALE CONTRO GLI ATTUALI RAPPRESENTANTI DEL RAMO SUPERSTITE DEI TASCA , IN QUANTO SI TRATTEREBBE DI LITIS TEMERARIA, CIOE' DI LITE TEMERARIA .- COME AFFERMA IL DR. VITELLO NEL SUO LIBRO INTITOLATO2GIUSEPPE TOMASI DI LAMPEDUSA, CHE SOLO LA PRINCIPESSA GIOVANNA FILANGERI E TASCA, E' ELLA SOLO LA LEGITTIMA EREDE POICHE' E' L'UNICA FIGLIA LEGITTIMA DEL RAMO CUTO'.
FIRMATO : PROF.DR. FABIO SCANNAPIECO -CAPECE MINUTOLO DI COLLEREALE , PERITO ARALDICO



Condividi su Facebook
CONVEGNO 18 MAGGIO 2018
RELAZIONE SU I CAPECE MINUTOLO A MESSINA
Presentazione del Libro 'L'ARALDO DI SICILIA'
PARERE SCRITTO FORMULATO PER UN MEMBRO DELL'ISTITUTO ACCADEMICO ARALDICO DELLE DUE SICILIE
BARONESSA DI CARINI
L'ULTIMO LIBRO DI FABIO SCANNAPIECO CAPECE
PROVA
PROVA
LA SENTENZA 101 DEL '67 DELLA CORTE COSTITUZIONALE